1 2 3
Dal 1860 il periodo della famiglia Cernuschi

Dal 1860 il periodo della famiglia Cernuschi

I –Dal 1860 il periodo della famiglia Cernuschi : Erano tre fratelli milanesi.

Sopranominato il « Saint-Just » della rivoluzione italiana, esiliato in Francia nel 1850, venne naturalizzato francese e fece fortuna essendo banchiere e finanziere.

 

Photo d’époque du compte Cernuschi
Photo d’époque du compte Cernuschi

Dopo il periodo di torbidi politici di « La Comune », comincio a fare lunghi viaggi in Asia e torna con una favolosa collezione di oggetti d’Arte che tramando alla città di Parigi e cosi darà nascita al famoso museo Cernuschi che si trova nei pressi del Parco Monceau (http://www.cernuschi.paris.fr/fr-musee/qui-sommes-nous)

Buste du Compte Cernuschi
Buste du Compte Cernuschi

Il secondo fratello Attilio :

Ingeniere e banchiere si stabili a Londra. Prese l’abitudine di trascorrere le sue vacanze a Mentone negli anni 1860. Innamorato della regione, compro sulla collina delle « serres de la Madone » la « villa du Vallon » ed altri terreni attigui per un totale di più di 10 ettari. Fece allora costruire la grande strada privata con 22 tornanti dal Borrigo (nome del piccolo fiume) fino in cima alla collina (la declività era importante perché la parte bassa della proprietà é a 15 metri dal livello del mare e la parte superiore é a 105 metri).

Quando muore Attilio nel 1894, suo fratello minore Costantino divento il nuovo proprietario.

Constantino :

Era un ingeniere riconosciuto perché aveva costruito numerose ferrovie in diverse parti del mondo (in Italia, in Spagna e anche nelle Andi). E stato lui che ha dato alla proprietà la sua forma attuale. Costantino Cernuschi é un grande appassionnao d’Astronomia e ha fondato la società Astronomica di Francia nel 1897.

 

Société astronomique de France

Texte de la société d’astronomiquement, lier a histoire Cernuschi
Texte de la société d’astronomiquement, lier a histoire Cernuschi

Le varie costruzioni di quel tempo erano solo la « villa Valon », la stazione equina e, appassionato d’Astronomia, il conte Costantino Cernuschi fece costruire il suo proprio osservatorio « la Torre », con una passerella per recarsi direttamente dal suo domicilo alla Torre.